lukaku

Lukaku l’erede di Icardi? La scheda

Sta prendendo forma in queste ore la nuova Inter. Centrata la qualificazione alla prossima Champions League, la dirigenza nerazzurra, ha affidato la panchina nerazzurra ad Antonio Conte. Il tecnico salentino è al lavoro per costruire un’Inter a sua immagine ed in questo senso le manovre di calciomercato sono già in fase avanzata, soprattutto in attacco. Conte sta insistendo per portare all’Inter l’attaccante Romelu Lukaku che secondo ‘La Gazzetta dello Sport’ nelle scorse settimane si è reso protagonista di un blitz a Milano nel quale ha incontrato i vertici societari nerazzurri dando l’ok al trasferimento a Milano aprendo anche alla possibilità di abbassarsi l’ingaggio per favorire l’operazione. In tempi brevi si può chiudere anche l’arrivo di Dzeko.

ANAGRAFICA
Cognome Lukaku Menama
Nome Romelu
Data di nascita 13/05/1993
Altezza 190cm
Peso 94kg
Paese di nascita Belgio
Passaporto Repubblica Democratica del Congo
Scadenza contratto 30/06/2022
Agente SPORTMAN
Squadra attuale Manchester United

POSIZIONE

CARRIERA
Nato in Belgio da una famiglia congolese con il calcio nel sangue (anche il padre e il fratello sono calciatori), nelle divisioni giovanili ha segnato 116 reti in 70 partite con il Lierse e poi 41 gol in 98 incontri con la maglia dell’Anderlecht con cui a 16 anni firma il suo primo contratto da professionista. Poco dopo, il 24 maggio 2009 debutta in massima divisione belga e nella stagione gioca solo quei 25′. Nella stagione 2009/10 entra stabilmente in prima squadra dell’Anderlecht e al termine della Division 1 belga vince a 17 anni la classifica dei marcatori con 15 reti su 33 partite giocate. Resta in Belgio un altro anno (37 partite e 16 gol) poi a stagione 2011/12 appena iniziata passa al Chelsea per poco più di 22 milioni di euro, firmando un contratto di cinque anni. Con i blues, nella prima stagione, disputa solo 12 partite di cui 8 in Premier senza mai andare a rete. Nel 2012/13 viene mandato in prestito gratuito al West Bromwich con cui si fa valere siglando 17 gol su 35 presenze. Clamorosa la tripletta contro il Manchester United giocando solo il secondo tempo. Con questa numeri nell’estate del 2013 rientra al Chelsea, ma a settembre viene ceduto all’Everton ancora con la formula del prestito annuale. Conclude la stagione con 15 gol totali in 31 presenze. A fine stagione  viene ufficializzato il suo trasferimento a titolo definitivo all’Everton sulla base di 35 milioni di euro. Gioca 36 partite in campionato segnando solo 10 gol ma in compenso diventa il capocannoniere di Europa League con 8 centri in 9 match. Gioca altre due stagioni all’Everton e spopola (74 presenze e 43 gol) fino al luglio 2017 quando il Manchester United comunica di aver raggiunto un accordo per il suo trasferimento per circa 85 milioni di euro più bonus sostanziosi. Nella prima stagione all’United gioca 34 partite di campionato e segna le solite 16 reti: una garanzia. Quest’anno viene impiegato non sempre come titolare anche se non fa mancare il suo apporto in fase realizzata: sue per ora 10 reti in Premier e 1 in FA Cup.

In Nazionale Lukaku ha fatto parte della Nazionale di calcio del Belgio Under 21, ma a 16 anni e 287 giorni, viene convocato dalla Nazionale maggiore per giocare l’amichevole contro la Croazia con cui esordisce (da titolare), da quel momento diventa una colonna della formazione  e ai mondiali di Russia 2018 si distingue come tutta la sua rappresentativa.

STAGIONE

STATISTICHE TECNICHE

VIDEO

Saverio Pestuggia