barella

Barella: un talento conteso da tanti. La scheda

Come si legge sulle pagine del ‘Corriere dello Sport’, l’Inter ha ormai in pugno Nicolò Barella del Cagliari e può solo decidere di non prenderlo. Barella, però, piace molto anche all’estero, col Liverpool in prima linea. Per Barella l’Inter sarebbe in vantaggio su tutti, resta solo da valutare l’entità del valore del cartellino visto che nelle scorse settimane il patron Giulini aveva fissato a 50 milioni la valutazione del suo gioiellino. Si profila un’asta milionaria per il centrocampista del Cagliari che vi invitiamo a conoscere meglio con i dati tratti da wyscout.com

SCHEDA ANAGRAFICA
Cognome: Barella
Nome: Nicolò
Data di nascita: 07/02/1997
Altezza: 172 cm
Peso: 68 kg
Piede: destro
Paese di nascita: Italia
Scadenza contratto: 30/06/2022
Squadra attuale: Cagliari

POSIZIONE

CARRIERA

E’ la stagione 2014-15 quando Barella viene promosso dalle giovanili del Cagliari alla prima squadra con cui debutta il 14 gennaio 2015, a soli 17 anni, nella partita di Coppa Italia persa per 2-1 contro il Parma allo stadio Tardini. Il debutto in Serie A, invece, è datato 4 maggio 2015, nuovamente contro la squadra emiliana. Questa volta, però, il risultato è diverso dal precedente vista la larga vittoria della formazione rossoblù per 4-0.

Nel gennaio 2016 viene ceduto in prestito in Serie B al Como. L’esperienza in Lombardia si rivela un flop alla luce della retrocessione in Lega Pro. Nell’estate 2016 torna al Cagliari. Pian piano, a causa anche degli infortuni di alcuni compagni, si afferma nella squadra allenata da Massimo Rastelli. Nella scorsa stagione ha collezionato 28 presenze in campionato, contribuendo in maniera importante alla salvezza dei sardi.

Segna il primo gol in Serie A il 17 settembre 2017 nella partita vinta 2-0 in casa della Spal. Altra data da ricordare è il 17 dicembre 2017: contro la Roma diventa il più giovane calciatore a indossare la fascia da capitano nella storia del Cagliari a soli 20 anni, 10 mesi e 9 giorni. Il 3 gennaio 2018 rinnova il contratto col club isolano fino al 2022.

Capitolo nazionale. Ha svolto la trafila dall’Under 15 all’Under 19 con cui nel 2016 ha conquistato il secondo posto all’Europeo di categoria. L’anno successivo partecipa con l’Under 20 al Mondiale in Corea del Sud. La sfortuna, però, si mette di traverso perché Barella deve abbandonare la competizione per una frattura al polso rimediata nella partita contro il Sudafrica. Debutta in Under 21 il primo settembre 2017 nell’amichevole persa contro la Spagna per 3-0. Un mese dopo il Ct della nazionale maggiore, Ventura, lo convoca per sostituire l’infortunato Verratti negli ultimi due incontri del girone di qualificazione al Mondiale 2018, ma non viene impiegato.

In carriera è stato premiato come miglior centrocampista italiano della classe ’97 per due anni consecutivi, nel 2012 e nel 2013. Uno dei pezzi forti del suo repertorio è la duttilità visto che può essere schierato come trequartista, mediano e mezz’ala. Bravo nei calci da fermo, dotato di ottima visione di gioco e di un buon tiro dalla distanza, lotta su tutti i palloni. A volte fin troppo. L’aggressività certo non gli manca, ma spesso esagera e le 5 ammonizioni fin qui collezionate in questo campionato sono lì a testimoniarlo.

Alcuni l’hanno paragonato a Nainggolan, ma Barella ha detto di ispirarsi a Dejan Stankovic: “Ho sempre ammirato le sue giocate, provavo ad imitarlo. L’ho conosciuto quando faceva il secondo all’Udinese, gli ho stretto la mano ma non ho avuto il coraggio di dirgli niente”, ha detto il centrocampista del Cagliari qualche anno fa all’Unione Sarda.

STAGIONE 2018/19

STATISTICHE 2017-18

 

VIDEO

Il gol contro la Spal: