lapadula

Lapadula via dal Genoa, Udinese è la preferita. La scheda

Potrebbe essere l’Udinese la prossima tappa della carriera di Gianluca Lapadula. Ormai epurato dal Genoa, non essendo stato neppure convocato per il ritiro invernale di Murcia in Andalusia, il centravanti piemontese è stato oggetto nelle ultime settimane di sondaggi da parte di diversi club sia di Serie A che di Serie B e nonostante il recente sbarco in bianconero di Stefano Okaka l’Udinese resta alla ricerca di un ulteriore elemento d’attacco. E proprio quella friulana, secondo quanto riferisce Sportitalia, sarebbe la destinazione preferita dal giocatore. Lapadula è un centravanti dinamico e forte fisicamente, possiede un buon sinistro, è una seconda punta che sa adattarsi anche ai ruoli di esterno destro o sinistro.

ANAGRAFICA
Cognome Lapadula
Nome Gianluca
Data di nascita 07/02/1990
Altezza 177cm
Peso 74kg
Paese di nascita Italia
Passaporto Perù
Scadenza contratto 30/06/2022
Agente Starbridge SRL
Squadra attuale Genoa

POSIZIONE

CARRIERA

Nato a Torino da padre italiano e madre peruviana, ha iniziato a giocare a calcio nella Juventus, dove è rimasto fino al 2004, anno in cui è passato al settore giovanile del Rivoli, poi al Treviso e in seguito alla Pro Vercelli e Ivrea. Nel 2009 viene ingaggiato dal Parma per la squadra Primavera. Nel luglio 2010 viene girato in prestito all’Atletico Roma, ma passa subito sempre in prestito al Ravenna con cui gioca 7 partite in Serie C segnando 1 gol. Nella stagione 2011/12 segna 24 reti su 35 partite con la maglia del San Marino in Lega Pro Seconda Divisione diventando capocannoniere del girone A. Nel giugno 2012 viene acquistato in comproprietà dal Cesena dove non riesce ad imporsi, anche a causa di un infortunio. Gioca 9 partite in Serie B fino a gennaio 2013 quando passa al Frosinone che milita in Serie C (6 partite senza gol per lui). Il Parma risolve a suo favore la compartecipazione e nel luglio 2013 lo cede in prestito al club sloveno del Gorica con cui segna 11 gol in 28 partite di campionato. Nel luglio 2014 torna in Italia e passa al Teramo dove con 21 reti trascina il club verso la promozione in Serie B poi annullata, il cartellino è sempre del Parma ma dopo il fallimento della società nel luglio 2015 viene ingaggiato a parametro zero dal Pescara, in Serie B, con cui in 40 presenze, sigla 27 reti guadagnandosi il titolo di capocannoniere del torneo cadetto e contribuendo alla promozione degli abruzzesi in Serie A. La bella annata muove i big come il Milan che nel giugno 2016 lo acquista pagando al Pescara 9 milioni più bonus. Per Lapadula è la prima stagione in Serie A a 26 anni e non va male perché segna 8 gol in 27 partite di campionato. Ma arriva l’ennesimo trasferimento, questa volta in prestito con obbligo di riscatto al Genoa, con cui gioca nel 2017/18 28 partite segnando 6 reti. Nonostante ciò quest’anno viene messo in disparte e per il momento colleziona solo 8 minuti in campionato e una gara di Coppa Italia con gol all’attivo.

Nazionale: nel maggio del 2016 rifiuta la proposta della nazionale peruviana di prendere parte alla Copa América in attesa di un’eventuale chiamata dalla nazionale italiana che arriva nel novembre dello stesso anno: dopo il forfait di Manolo Gabbiadini, viene convocato dal C.T. Gian Piero Ventura per la sfida contro il Liechtenstein. Al momento non ha ancora giocato con la maglia azzurra che adesso è decisamente più lontana.

STAGIONE

STATISTICHE TECNICHE

VIDEO

Simone Bandini